• Operazioni di confinamento amianto a Cuneo

    Le tecniche che evitano la dispersione dell’amianto

    Per effettuare la bonifica dell’amianto vengono adottate tecniche diverse in relazione alla struttura da bonificare e alla consistenza del materiale. Una di queste tecniche è quella del confinamento, che consiste nel trattare la struttura contaminata in modo che non costituisca un fattore di rischio per le persone che si muovono all’interno e all’esterno di essa. M.P. di Pierangelo Ullio si occupa delle operazioni di confinamento dell’amianto a Cuneo in tutti quei casi in cui l’amianto possa essere reso innocuo senza dover ricorrere alla rimozione totale: nelle coperture di capannoni ed edifici industriali, ad esempio, così come in altre strutture architettoniche di grandi dimensioni. Infatti, in passato l’amianto è stato spesso utilizzato per la realizzazione di edifici e strutture industriali grazie alle sue qualità ignifughe e isolanti: lo sfaldamento naturale del materiale, e la dispersione delle fibre nell’aria, costituiscono tuttora un fattore di rischio notevole nei confronti dell’uomo e dell’ambiente. Il lavoro di confinamento consiste nella copertura degli elementi in amianto con un rivestimento speciale che non arresta il processo di sfaldatura ma lo rende materiale inerte e innocuo per chi si trovasse a contatto. Si tratta di una tecnica economica e relativamente semplice, che evita lunghe operazioni e non comporta materiali da smaltire: tuttavia, è necessario procedere con la massima attenzione, in quanto la copertura dell’amianto non dare luogo a possibili dispersioni.


    La tecnica del confinamento dell’amianto a Cuneo viene adottata quando si tratta di ambienti definiti e circoscrivibili con facilità, di dimensioni relativamente ampie per permettere modifiche come l’abbassamento del soffitto e la riduzione della superfici a causa del rivestimento delle pareti. I tecnici dell’impresa M.P. di Pierangelo Ullio sono in grado di valutare con la massima attenzione le condizioni della struttura da bonificare, per stabilire se ricorrere al confinamento o avvalersi di un’altra tecnica.